Breve Genealogia

donne2

Tabula rasa. Il femminismo ritrova la sua strada

Genealogia di un Blog

Il blog di prossima apertura cui abbiamo voluto dare questo titolo vanta una propria genealogia, una storia breve ma intensa che lo precede e di cui ci pare opportuno dar conto per meglio orientare chi legge lungo la traiettoria di alcuni  antecedenti che hanno contribuito alla sua nascita e alla sua costruzione.

La sua storia ha inizio nel momento in cui alcune donne che facevano parte di un gruppo di Autocoscienza online, decidono di proporre all’incontro di Paestum 2013 un Laboratorio sul tema dell’Autocoscienza.

Le motivazioni della proposta sono contenute in dettaglio nel testo  presentato a Paestum in apertura dei lavori del Laboratorio in cui, al centro di ogni possibile progetto di trasformazione politica, veniva posta l’urgenza di una riflessione aggiornata attorno alla pratica autocoscienziale del “partire da sé” introdotta in Italia, nel ’70, da Carla Lonzi e, prima ancora, dal gruppo Demau. (http://paestum2012.wordpress.com/2013/10/12/perche-un-laboratorio-sullautocoscienza/#more-2093)

Non che siano mancate a Paestum, da parte di alcune “storiche” del femminismo italiano presenti all’incontro, le consuete celebrazioni “rituali” a questa pratica ma il punto, per noi, che avevamo proposto il Laboratorio con un preciso intento, era – e resta – un altro:  l’ abbandono di riti e rituali – così abituali nel maschile – e il desiderio di andare dentro le cose, al cuore, dunque, della storia di una pratica considerata “finita” da tanta parte del femminismo storico e da tempo ridotta a pura nominazione.

Il nome del blog Tabula rasa. Il femminismo ritrova la strada vuole essere dunque un indicatore di percorso e di progetto personale e politico di alcune donne interessate ad attuare nei riguardi di un “femminismo della Differenza” che ha perso la strada riducendo la Differenza all’opposizione duale erede dell’Uno patriarcale, la stessa opera di decostruzione messa in atto a suo tempo dal femminismo nei riguardi del patriarcato.

Tabula rasa: il femminismo ritrova la sua strada è un blog che si situa – come Lonzi avrebbe detto  – “su un altro piano”. Su questo:

“Una via dopo l’altra, ma senza ritorno.” “Puoi decidere dove essere o non essere,” “Deve pur esserci un’uscita…è lei che ti cerca”.  (Wislawa Szymborska)

Paola Zaretti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*